Fiori, Piante e Giardinaggio

Subtitle

Blog

Copyright

view:  full / summary

Strelitzia: un fiore pregiato d'incredibile bellezza

Posted by plinplut on September 2, 2014 at 4:20 AM Comments comments (1)

La Strelitzia, pianta erbacea originaria dell'Africa australe appartenete alla famiglia delle Strelitziaceae, produce i più belli ed apprezzati fiori al mondo. Conosciuta anche con il nome di "Uccello o Fiore del Paradiso" per la forma particolare dei suoi fiori, è una pianta perenne dalla crescita lenta. Possiede grosse radici dalla consistenza carnosa che possono arrivare sino ad un metro di profondità nel caso di piante coltivate in esterno. Le foglie dalla linea ovale piuttosto allungata hanno consistenza coriacea, gli steli riescono ad arrivare anche sino a 2 metri d'altezza.

Il periodo di fioritura è piuttosto lungo, copre autunno e primavera,ma a differenza di altre piante tropicali, la prima fioritura avviene non prima dei 5 o 6 anni di età. Nella varietà più conosciuta la Strelitzia reginae i fiori sono di colore giallo, arancio e blu  intenso ed hanno una forma  caratteristica che richiama il profilo di un becco d'airone. Nella Strelitzia augusta i fiori sono bianchi sostenuti da una brattea a forma di spatola di color porpora, nella  Strelitzia parvifolia durante la fioritura i colori predominanti delle inflorescenze sono il blu ed il giallo, cosa ben diversa nella Strelitzia nicolai varietà in cui i fiori mantengono un colore che va dal porpora al blu scuro.

La Strelitzia può essere coltivata sia in esterno che in interno. Ama il clima mite, luminoso (da evitare però l'esposizione diretta ai raggi del sole nelle ore più calde ed assolate ) ed arieggiato. Di fondamentale importanza la temperatura in cui viene mantenuta.  Essendo una pianta tropicale non può essere esposta a temperature rigide, la coltivazione esterna può essere svolta solo in zone dal clima temperato. La condizione ottimale è una temperatura  non superiore ai 18° e non inferiore ai 10 - 15 °. Se coltivata in vaso deve essere posta su di un terreno ben concimato con aggiunta di sabbia per favorire il drenaggio dell'acqua in eccesso. Per piante giovani (sotto i 5/6 anni è consigliabile un rinvaso all'anno da effettuarsi in primavera.

Per quanto riguarda le innaffiature è importante che siano abbondanti durante il periodo di fioritura e meno frequenti  nel periodo di riposo vegetativo (da inizio giugno). Se si desidera effettuare una cura più approfondita è ogni tanto utile pulire le foglie con un panno umido.  

Esistono alcune curiosità decisamente interessanti che riguardano quest'affascinante varietà di piante.

Ad esempio:

- in Sud Africa alcune tribù usano questo pianta come elemento ornamentale per la capanna dello uomo magia o stregone. Secondo alcune antiche credenze la pianta aveva virtù magiche;

- l'origine del nome Strelitzia reginae proviene dal nome dell'antico stato del Meclemburg-Strelitz, paese d'origine della nobildonna Carlotta-Sofia, vedova di re Giorgio III;

nel linguaggio dei fiori la strelitzia rappresenta maestà e nobiltà.

Quali fiori seminare in giardino?

Posted by plinplut on August 25, 2014 at 6:10 AM Comments comments (0)

Se amate il giadinaggio e vorreste coltivare bei fiori ma non sapete quali ecco qui tanti consigli.

Vi piacerebbe avere un giardino ricco di fiori e piante? Allora scoprite insieme a noi quali sono le migliori proposte floreali da piantare in marzo.

 

innanzitutto ogni specie di fiore ha un suo periodo per la semina ma in linea di massima si semina in primavera. Se dovete piantare le bulbose invece anche l'autuno va bene per sootterrare i bulbi che fioriranno la primavera successiva.

Per avere un bello spazio in giradino che sia fiorito è necessario conoscere le piante e sapere di cosa hanno bisogno. Ancor più importante, però, è sapere quale sono le piante che si possono piantare durante il mese di marzo. Quindi, per esservi d’aiuto abbiamo deciso di darvi qualche dritta in più per curare e seminare bene le vostre piantine e fiorellini. Potete anche consultare diversi siti di fiori on line che vendono e eseguono invio fiori per avere a casa in meno che non si dica tutte le vostre piantine.Con la consegna di fiori a domicilio basta ordinare online e tutto vi viene recapitato a casa in breve tempo.

 

Il mese di marzo è perfetto per la semina di fiori come la dalia, il papavero, la cosmea, la salvia splendens, ma anche il basturzio, l’agerato e la zinnia. Non dimentichiamo, poi, di citare anche la speronella e la bella di notte, che potranno donare un aspetto più elegante e profumato al vostro spazio verde. Non vi resta che acquistare degli ottimi semi e piantarli nelle aree che desiderate!

Aphelandra tetragona

Posted by plinplut on August 25, 2014 at 6:10 AM Comments comments (0)

Una bella pianta ornamentale da interni è sicuramente l'aphelandra in tutte le sue varietà.

Tra le più note piante d’appartamento vi consigliamo di aggiungere l’aphelandra tetragona che è una pianta originaria del territorio americano, della famiglia delle acantacee.

 

Pianta molto appariscente con be ifiori penduli di colore rosso vivo è l'ideale da coltivare in casa.

Se siete degli appassionati di piante d’appartamento, inparticolare cercate una pianta che possa illuminare la vostra casa con un bel fiore, scegliete l’aphelandra tetragona, che ha fiori riuniti in spighe che assumono il colore rosso e che si possono ammirare con l’arrivo della stagione estiva.

 

L’aphelandra tetragona è in grado di raggiungere i due metri di altezza, anche se in realtà se viene coltivata in vaso si ferma solo ad un altezza massima di 60 centimetri. Ricordatevi che, proprio come tutte le piante d’appartamento, ha bisogno di specifiche esigenze di luce, umidità e temperature. Quindi, nel complesso, vi invitiamo sempre a scoprire veramente di cosa ha bisogno la vostra pianta, prima di incorrere in qualche problema.


ALBERO DELLA FELICITA'

Posted by plinplut on July 31, 2014 at 3:55 AM Comments comments (0)

Questo alberello è molto diffuso nei negozi di vendita fiori e piante e Fiori online perchè è un regalo spesso gradito e piacevole da donare. É una pianta che ha  foglie lanceolate verdi, dall' accrescimento a ciuffi, che conferiscono alla pianta la forma e portamento di una palma.

Crescono direttamente sul fusto, che, nella pianta adulta, è legnoso, simile ad un tronco da cui appaunto i lnome di tronchetto della felicità. La fioritura è abbondante, ma i fiori non sono molto evidenti e dopo la fioritura vengono prodotte molte bacche. Regalatene uno anche voi nelle occasioni speciali con la consegna fiori a domicilio.

La pianta predilige un' esposizione semi ombreggiata. Nelle zone più miti può essere piantata in giardino, in un posto molto riparato dai venti e dal freddo invernale altrimenti se abitate in zone fredde meglio tenerla in casa. Nel periodo estivose  in vaso, si può spostare all'esterno, possibilmente in posizione non troppo soleggiata.

Si può concimare con concimi con aggiunta di ferro per ottenere foglie belle e lucenti. Durante il periodo primaverile ed estivo si deve concimare due volte al mese e  devono essere annaffiate abbondantemente, e nebulizzare periodicamente le foglie. Nel periodo invernale invece ssi sposende la concimazione le annaffiature ridotte. Inoltre non si deve lasciare il sottovaso con acqua per chè soffrono di marciume radicale se c'è  ristagno idrico.

Di solito non si praticano potature. Le cocciniglie attacccano spesso questi tronchetti e formano squame tonde, bianche e grigie sulle foglie e sui fusti. Si combnattonbo con 'olio bianco miscelato con un antiparassitario specifico.

La polvere impedisce la fotosintesi e la traspirazione fogliare quindi è importante olte a nebulizzare spesso anche togliere la polvere dalle foglie e lucidarle con un panno umido e morbido.

Non ama temperature sotto gli 8 gradi.

 Il terriccio di questa pianta dovrà essere  torbido con l'aggiunta di pietra pomice per aumentarne il drenaggio

Si propaga per talea prendendo le piccole piantine che spuntano sul tronco della pianta madre.

 

 

 

ALBERO DEI ROSARI O ALBERO DEI PATERNOSTRI

Posted by plinplut on July 31, 2014 at 3:50 AM Comments comments (0)

Questo albero dal nome strano è un albero alto fino a circa 15 m, con chioma globosa, più raccolta nelle zone soleggiate e battute dal vento,foglie lunghe fino a 50 cm, acuminate ed ovali, dentate, di colore verde nella pagina superiore e più chiaro in quella inferiore.Cresce spontaneo nell'Italia meridionale, in Sicilia, Sardegna, Marche e Liguria.La corteccia è, grigiastra ma rossastra nei rami giovani.

Non ha bisogno di particolari cure, è una specie rustica e si adatta a clima mite in ogni caso.

 

I fiori sono piccoli e profumati, uniti insieme a grappolo di colore viola chiaro o lilla. I frutti sono delle  drupe di colore giallo-oro che sbocciano d'estate e restano sull'albero fino a tutto l'inverno e gradualmente diventano quasi bianchi. Non attira gli insetti perchè ha delles sostnze che si trovano anche negli insetticidi.

 

Non serve irrigare o concimare, è una pianta molto resistente e per le sue peculiari caratteristiche di insetticida naturale in pratica è immune da attacchi di parassiti o di fitofagi.Resiste bene a caldo e freddo e al vento.

Attenzione però perchè in questa pianta tutte le parti della pianta sono velenose, e anche mortali per l'uomo, se ingerite; le tossine sono presenti soprattutto nei frutti, alcuni uccelli possono cibarsene senza ricevere alcun danno e ne diffondono i semi con i propri escrementi.é così che la pianta si riproduce oltre che con l'aiuto del vento.

Si adatta a tutti i  terreni ma cresce meglio su terreni ricchi e freschi.

La lavanda

Posted by plinplut on July 2, 2014 at 10:20 AM Comments comments (0)

campo di lavanda

Tra le piante per il giardino merita una menzione la lavanda, il fiore viola che ci permette di portare in casa un tocco di Provenza. Il nome è dovuto al suo utilizzo nell'antichità, che era proprio quello di lavare il corpo, grazie anche al piacevole profumo del fiore. È ancora oggi utilizzata come base per molti saponi e detergenti, in giardino riveste tuttavia la funzione di pianta decorativa, sia per le aiuole che per le fioriere.


È un arbusto sempreverde dal fusto dritto, originario delle coste che si affacciano sul Mar Mediterraneo, con foglie profumatissime di color argenteo, dalla forma stretta ed allungata. Fiorisce nel periodo estivo, con una moltitudini di fiori simile a spighe di color viola, piccoli e molto profumati. Viene coltivata sia in vaso, con funzione decorativa, che a terra, come cespuglio o siepe; il prezzo non è elevatissimo e si può trovare senza problemi presso i molti portali che online si occupano di spedire fiori a prezzi scontati. Ma entriamo nel vivo del giardinaggio e vediamo qualche consiglio pratico per assicurarsi di crescere delle splendide piante di lavanda.


Terreno

Predilige i suoli calcarei ed i terreni ben irrigati, ma cresce senza problemi in qualsiasi terreno purché non sia troppo secco e poco drenante. Non necessità di terre particolari molto fertili, meglio però evitare terricci a base acida, che potrebbero generare fioriture della pianta non eccellenti.


Annaffiatura

Come già detto la lavanda non gradisce i ristagni d'acqua ne l'estrema secchezza, quando il terreno inizia ad asciugarsi è il momento giusto per annaffiare, con una dose non troppo abbondante. Generalmente resiste meglio a qualche giorno senza acqua rispetto ad una dose eccessiva che potrebbe ristagnare attorno alle radici rovinandole.


Concimazione

Concimare non è obbligatorio, la lavanda cresce bene anche se decidete di non concimare. Volendo si può concimare ad inizio primavera, è sufficiente un normale concime liquido per fiori (acquistatelo con la spedizione fiori per spendere meno se non ne avete già uno in casa).


Esposizione

La lavanda è una pianta resistente, che non presenta grossi problemi ne di fronte alle torride estate ne con il freddo invernale. In vista delle gelate più intense potreste proteggerla con un telo di plastica o di finto tessuto. Gradisce gli ambienti soleggiati e ben ventilati, la sua natura di pianta Mediterranea la rende inoltre l'ideale per le calde e torride estati italiane.


Possibili malattie

La parte più delicata della pianta sono senza dubbio le radici, che in caso di terreni troppo umidi o con ristagni d'acqua possono andare incontro a marciume, pregiudicando la salute dell'intera pianta. Il nemico primario della Lavanda è tuttavia il fungo Septoria, considerato molto dannoso perché attacca le piante alla base delle foglie. Si può provare a combatterlo eliminando le parti infette e mettendo la pianta in un luogo più asciutto possibile, se il problema persiste bisogna ricorrere a trattamenti specifici.


Si conclude qui questo articolo dedicato alla lavanda, con la speranza di avervi potuto dare qualche consiglio per curarla nel modo giusto e per abbellire con essa il giardino ed anche i balconi di casa. L'inteso e gradevole profumo che porterà dentro casa, nonché il particolare colore molto bello da vedere nelle aiuole, vi faranno senz'altro amare la Lavanda!

Come prendersi cura del rosmarino

Posted by plinplut on May 5, 2014 at 6:20 AM Comments comments (0)

 

Il rosmarino officinalis si presenta come una pianta tipica della zona mediterranea che potrete coltivare anche voi per usarla non solo in cucina, ma anche come pianta decorativa.Potrete utilizzare l'invio fiori per spedire fiori e piante a chi vorrete.

 

L’arbusto del rosmarino si presenta come una pianta aromatica, che è in grado di raggiungere un’altezza compresa tra 1-3 metri; le sue foglie sono lineari e di colore verde scuro nella zona superiore e biancastra nella zona inferiore. Questa pianta, peraltro, durante la bella stagione mette in vista i meravigliosi fiorellini, che si presentano di dimensioni abbastanza ridotte e di colore violetto.

 

Questa pianta ama il sole ed il terreno ti tipo ben permeabile, sabbioso e povero; per quanto riguarda l’irrigazione, invece, possiamo procedere in modo regolare con l’acqua. Ricordatevi, comunque, che il rosmarino ha bisogno di acqua in modo copioso durante la bella stagione, ma ricordatevi che comunque dovranno essere poco frequenti, così da evitare l’insorgenza di problemi di marciume radicale. Non vi resta che sistemare la vostra pianta in giardino e poi prendervene cura come si deve!

Melody Laurino

 

Le principali caratteristiche della bouganville glabra

Posted by plinplut on March 19, 2014 at 5:20 AM Comments comments (0)

La bouganville glabra, pianta di origine brasiliana, è conosciuta principalmente come pianta della famiglia delle nectaginacee.

 

Si tratta essenzialmente di un rampicante particolare che ha la possibilità di raggiungere addirittura l’altezza di 8 metri se piantata in terra, mentre le misure diminuiscono nel caso in cui si predilige la coltivazione in vaso.

 

Le foglie della bouganville glabra si presentano di forma ovale, appuntite ed hanno un colore verde brillante, mentre che i fiori sono riuniti in pannocchie ed assumono una colorazione tendente al bianco-giallo, racchiuse in brattee di colore viola che si possono ammirare durante l’estate o in autunno.

 

La bouganville glabra è particolarmente consigliata nel caso in cui fosse alla ricerca di una pianta decorativa per il vostro giardino, anche se dovrete far bene attenzione se vivete in località dove il clima può scendere sotto lo zero. 

Melody Laurino

 

Piante d’appartamento: l’aspidistra

Posted by plinplut on March 4, 2014 at 9:05 AM Comments comments (0)

Oggi parliamo di piante perenni verdi e per la precisione dell’apidistra, una pianta che potrete coltivare all’interno del vostro appartamento, a patto che siate in grado di offrire alla pianta alcuni confort imprescindibili.


Per prima cosa, collocate la vostra sempreverde in un’area della casa dove la luce non manca, anche se non dovrà mai prendere quella diretta del sole; nel caso in cui non riuscite a garantire la giusta quantità di luce, la pianta si ritroverà con un colore spento delle sue foglie.


Per quanto riguarda le annaffiature, invece, vi consigliamo di darle con regolarità, 2-3 volte a settimana e, nel caso, aumentate la quantità durante la stagione estiva, facendo attenzione che non vi sia eccesso di umidità nel terreno. Con questi piccoli accorgimenti, potrete far crescere al meglio la vostra pianta d’appartamento!


by Melody Laurino

Arricchire il giardino con l’aloe

Posted by plinplut on February 20, 2014 at 3:25 AM Comments comments (0)

Con qualche semplice idea, magari facendosi spedire fiori e piante da qualche vivaio online, si può rendere un giardino particolarmente elegante e originale piantandovi delle simpatiche piante, come per esempio l’aloe.


Non è difficile coltivare l’aloe, soprattutto se il proprio giardino è situato in un’area in cui il clima sia sufficientemente mite da consentirne la crescita in piena terra, mentre nelle zone dagli inverni rigidi è preferibile scegliere la coltivazione in vaso. Oltre alle dimensioni ridotte, il vantaggio di scegliere un aloe in vaso è senza dubbio quello di poter risparmiare cercando una spedizione fiori online.


È molto importante assicurare alla pianta una buona esposizione alla luce solare, anche con irraggiamento diretto per alcune ore, dopodiché, bisogna sincerarsi che il terreno in cui l’aloe viene piantata sia ben drenante, per evitare del marciume a livello radicale.


Le innaffiature debbono essere piuttosto parsimoniose e la cadenza deve essere dettata unicamente dal fatto che il terreno sia ben asciutto, tenendo presente circa un’irrigazione al mese, che coincida inoltre con la concimazione. Usate concimi per piante grasse, se ne trovano sia liquidi che solidi in tanti negozi che offrono consegna fiori a domicilio.


by Melody Laurino


Rss_feed